Perchè si russa? Cause e rimedi alla roncopatia

Alzi la mano chi non ha mai russato almeno una volta. Ma vi siete mai chiesti perchè si russa e a cosa è dovuta la roncopatia?

Cosa è la roncopatia?

Chiariamo cosa è la roncopatia: la roncopatia è una patologia che causa il fenomeno del russare. Essa può provocare anche disturbi al sonno o alla respirazione ed è in costante aumento, sopratutto per gli adulti che hanno superato i 40 anni d’età.

Il rumore del russare è dovuto alla vibrazione delle parti molli dei tessuti del palato molle e dell’ugola (della gola, per intenderci).

Perchè si russa?

Innanzitutto c’è da dire che non c’è un unico motivo per il quale nasce la roncopatia: sono molteplici i fattori che determinano il russare. Analizziamo tutti i fattori che possono rappresentarne la causa:

  • età: con l’avanzare dell’età, i muscoli alla gola perdono di rigidità. Come abbiamo precedentemente detto, la roncopatia è dovuta alla vibrazione delle parti molli della gola e l’età non può che contribuire a questo fenomeno. Inoltre, ciò significa anche un minore sostegno della lingua (in quanto anche i muscoli che la sorreggono diventano meno rigidi) e dunque un aumento delle turbolenze (poichè la lingua tendere a cadere all’indietro e a restringere la via aerea);
  • stenosi delle vie aeree: “naso chiuso”, deviazioni del setto nasale, sinusiti croniche e riniti croniche possono essere causa di roncopatia;
  • aumento di peso: è stato identificato che tra l’aumento di peso ed il russare c’è un rapporto di 1:5 (se, ad esempio, si aumenta il proprio peso del 20%, la roncopatia aumenterà del 100%);
  • farmaci come sedativi e sonniferi e le bevande alcoliche contribuiscono alla comparsa di tale patologia (in quanto aumentano il rilassamento dei muscoli).

Come smettere di russare?

Naturalmente, non esiste una soluzione generale. A seconda del fattore che genera la patologia, occorre prendere dei provvedimenti. Nella maggior parte dei casi, comunque, la roncopatia è dovuta al sovrappeso o alla stenosi delle vie respiratorie e, dunque, la perdita di peso e la correzione della stenosi possono ridurre significativamente la probabilità di russare.

I rimedi della nonna

Ci sono alcuni rimedi assolutamente casalinghi che, anche se per alcuni non ci sia alcuna dimostrazione scientifica, si dice che funzionino.

  • tè all’ortica: utile per il decongestionamento nasale, può funzionare nel caso in cui la roncopatia sia dovuta ad un problema delle vie respiratorie;
  • cipolla: si dice che lasciandola sul comodino, quest’ultima aiuti a non russare, grazie al forte odore che emana;
  • palla da tennis: un altro efficiente metodo della nonna per smettere di russare è legare una palla da tennis alla schiena. Perchè? Posizionando l’oggetto sulla schiena, saremo quasi obbligati a dormire di fianco e ciò previene il fenomeno di caduta della lingua all’indietro;
  • chiave di ferro: senza alcuna apparente spiegazione, si dice che mettendo una chiave di ferro sotto al cuscino si smetta di russare. Metodo alquanto bizzarro.

 

Nel caso in cui siete dei forti russatori, vi consigliamo di effettuare uno studio del sonno. Recentemente è stato dimostrato che le persone affette da roncopatia hanno una qualità di vita ridotta. Vi sconsigliamo, inoltre, di assumere farmaci dedicati a tale patologia in quanto non esiste una soluzione generale e, dunque, non portano miglioramenti significativi.

 

Fonte: farmacoecura.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *