Perché consultare il notaio prima di acquistare una casa

Hai deciso finalmente di acquistare una casa tutta tua? Ottimo, decidere di investire il proprio denaro in beni immobili è sempre una scelta molto saggia.

A differenza di una lussuosa auto o di una rombante moto, destinati ad una vertiginosa svalutazione nel tempo, un immobile è quasi sempre un investimento a rendere.

Inoltre, se sei un affittuario, pagare le rate di un mutuo, anziché le mensilità di un affitto, è sicuramente una scelta più intelligente: ti ritroverai, dopo alcuni anni, a non avere alcuna spesa, col tuo atto di proprietà nel cassetto del comodino.

Se non hai ancora adocchiato un’abitazione in particolare e non sai da dove cominciare per la ricerca, il primo step da compiere è recarti presso un’agenzia immobiliare, dove valuterai che tipo di immobile fa al caso tuo ed il budget più congruo.

Ora che hai trovato la casa adatta e sei a conoscenza dell’esatta cifra da sborsare, lo step successivo è recarti presso una banca per ottenere un mutuo, assicurandoti di avere le giuste coperture finanziarie.

Puoi anche saltare questo passaggio se hai la fortuna di possedere un conto con cinque o più zeri. In tal caso, sappi che ti invidiamo tanto!

La fase successiva consiste nella ricerca di un notaio, figura obbligatoria per l’atto di compravendita.

Questo è l’iter comune per l’acquisto di una casa.

Ma siamo sicuri che sia cronologicamente il più corretto? E perché è obbligatorio il notaio per l’acquisto di una casa?

Perché consultare il notaio prima di acquistare una casa

Per l’acquisto di un immobile, è consuetudine mettere da parte la consulenza di un notaio fino a che non si è preso accordi col proprietario, versato una caparra ed ottenuto un mutuo.

Spesso, seguire questo ordine non comporta problemi e con buona dose di fortuna non si subiscono conseguenze.

Se, però, non vuoi affidarti alla sorte, il notaio è la figura alla quale devi rivolgerti prima che i giochi siano fatti.

Irregolarità catastale, abusi edilizi, ipoteche, diritti di terzi: sono alcuni dei principali problemi che possono celarsi dietro l’acquisto di una casa.

Il notaio, quindi, procederà a compiere gli opportuni controlli, verificando se è possibile, da un punto di vista legale, sottoporre l’immobile a un rogito.

Come vedi, prima di impegnarti nell’acquisto di una casa, contattare un notaio può evitarti perdite di tempo, di denaro e una moltitudine di problemi legali.

Perché è obbligatorio il notaio per l’acquisto di una casa

La figura del notaio, poi, è la più importante nell’espletamento di una compravendita, oltre ad essere obbligatoria: egli provvede a stipulare il rogito, ovvero l’atto notarile, il quale da valore legale agli accordi presi dai contraenti.

In assenza della testimonianza del notaio, l’atto di proprietà è soltanto un foglio di carta che non potrà, in nessun modo, permettere alcuna rivalsa sull’immobile.

Se non sai a chi rivolgerti, puoi effettuare una ricerca su notaiofacile.it, un portale che ti offre consulenze qualificate e ti permette di richiedere un preventivo del notaio.

Bene, ora probabilmente ti sarà chiaro perché è obbligatorio il notaio per l’acquisto di una casa. Quindi, se stai pensando a quella villa dei tuoi sogni con il cartello “vendesi”, contatta subito il professionista più vicino per valutarne l’acquisto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *