Perché usare il guinzaglio per il tuo cane e quale scegliere

Il guinzaglio per cane è un oggetto che esiste da secoli, forse anche di più. Rappresenta il rapporto tra il padrone e il proprio cane, senza però vederlo con accezioni negative. Esso serve sia a tenere sotto controllo il proprio amico a quattro zampe ma anche a proteggerlo dai pericoli che si possono trovare per strada, compresa la possibilità di vederlo scappare.

Questa guida serve a capire qualcosa in più sui vantaggi e gli svantaggi dei guinzagli, in modo che potrai scegliere quello che più fa per te e per il tuo cane. Ormai i guinzagli si possono acquistare ovunque, dai negozi di animali ai supermercati. Su internet, però, ti consigliamo di acquistare solo da siti specializzati come petingros.it, per evitare di incappare in materiali scadenti e di scadente manifattura.

Guinzaglio per cane: a cosa serve e quale scegliere

I guinzagli convenzionali, quelli più diffusi e più usati, hanno una lunghezza di circa due metri ed hanno la funzione di guidare il cane e tenerlo vicino a sé. I modelli più recenti hanno due moschettoni alle estremità e diversi agganci per tutto il percorso del guinzaglio per regolarne la lunghezza.

Esistono svariate versioni di questo tipo, in diversi materiali e diversi stili, da scegliere anche a seconda della stazza del proprio cane. I vantaggi sono, appunto, la grande varietà sia di materiali che di colori che di stili disponibili all’acquisto e la comodità che offre durante le passeggiate quotidiane. Di contro troviamo solo il fattore peso: guinzagli di corda di 2 metri con moschettoni e appigli possono risultare piuttosto pesanti.

Guinzaglio retriever

Il guinzaglio retriever è sia un guinzaglio che un collare: basta passare il collare intorno alla testa del cane e impugnare il manico all’estremità opposta. Sono disponibili con e senza blocco, il blocco serve a impedire che il cane, tirando troppo si soffochi. Si tratta di un collare pensato per l’addestramento agility e ha in più il vantaggio di essere due in uno, facendoci risparmiare il collare. Lo svantaggio è che non è adatto per cani non addestrati, quindi non può essere il primo guinzaglio.

Guinzaglio da corsa

Il guinzaglio da corsa o da jogging è stato pensato per poter correre senza avere impedimenti tra le mani. Infatti si lega in vita, permettendo di svolgere diverse attività con le mani libere. Inoltre, oltre a lasciare le mani libere, spesso ha il vantaggio di essere dotato di una pratica borsetta tipo marsupio per portare piccoli oggetti. Tra gli svantaggi c’è che non tutti i cani si adattano facilmente al guinzaglio da corsa, il cane infatti deve imparare a correre al lato del padrone.

Guinzaglio avvolgibile

I guinzagli avvolgibili sono detti anche flexi. Hanno gli stessi vantaggi del guinzaglio classico, con in aggiunta di poter essere molto più lunghi e lasciare libertà al cane. Inoltre il blocco nel manico permette di avere la lunghezza desiderata in qualsiasi momento.

Altri tipi di guinzaglio

Ci sono altri tipi meno conosciuti e utilizzati ma che possono essere utili in diverse situazioni. Il guinzaglio doppio serve a portare due cani a spasso, il guinzaglio da esposizione è molto curato e parecchio elegante e si usa nelle gare canine, il guinzaglio da bici permette di fare, della propria passione del ciclismo, un’esperienza condivisa con il proprio amico a quattro zampe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *