Perché leggere libri ai bambini

Leggere libri ai bambini è una delle attività genitore/figlio maggiormente consigliate da pedagogisti e psicologi infantili. Ma perché leggere libri ai bambini ad alta voce è così importante?

Nelle prossime righe di questo articolo approfondiremo l’argomento bimbi e lettura esplorando quali siano le ragioni per farlo, quali i momenti migliori, le tecniche e alcune delle storie da leggere per bambini che proprio non possono mancare nell’infanzia di nessun bambino.

Perché leggere ad alta voce ai bambini

Diversi studi affermano che uno dei motivi più importanti per cui leggere ai bambini ad alta voce e condividere con loro favole, fiabe e storie è che la lettura ad alta voce ai bambini stimola in maniera considerevole immaginazione e fantasia dei bimbi.

Ogni storia da leggere è una nuova avventura, fatta di personaggi, colori e parole sempre nuove, elementi che il bambini immagazzinerà e utilizzerà come “nutrimento” per la propria fantasia. Una volta saremo tutti assieme su una barca di pirati, un’altra volta in un parco a rotolarsi nell’erba e in un’altra lettura per bambini al mare a giocare con le stelle marine.

Leggere libri ai bambini sin dalla tenera età è inoltre un’attività atta a consolidare il rapporto genitore/figlio, a dedicare del tempo alla crescita di questo rapporto e al passare il tempo di qualità assieme.

Altri studi sostengono che tra i perché leggere libri ai bambini uno dei più importanti è la capacità di aumentare la concentrazione del bambino. Si, hai capito bene. Infatti le letture a voce alta sono come un allenamento per il bambino, che insegna a concentrare la propria attenzione su un’attività.

La lettura ad alta voce ai bambini inoltre migliora le proprietà di linguaggio del bambino e ne accresce il lessico. Il bambino infatti non solo apprende nuove parole dalla mamma o dal papà che legge, ne apprende anche l’utilizzo corretto e aiuta quindi la formulazione di quello che sarà il vocabolario del bambino o della bambina.

In ultimo leggere ai bambini aiuta ad appassionarli alla lettura, e questo è uno dei doni più belli che un genitore possa fare a proprio figlio, donandogli l’entusiasmo per quel mondo fatto di parole e immagini che gli permetterà credendo di vivere esperienze uniche e visitare posti lontani sfogliano le pagine di un libro.

Quali i migliori momenti per leggere ai bambini

Non esistono dei veri e propri momenti definiti come ideali per leggere ai bambini, bensì esistono occasioni. Partendo dal presupposto che leggere ad alta voce al proprio bambino più lo si fa meglio è, spesso leggere libri ai bambini può essere utile per sedare un pianto o un capriccio, per spezzare la noia, per trascorrere del tempo assieme, per facilitare il sonno, godersi un momento di relax sul proprio divano, placare un momento di caos e tante, tantissime altre ragioni.

E poi saranno altrettante le volte che i tuoi bambini verranno a chiederti di leggere ad alta voce una favola o una fiaba. D’altronde anche per loro la lettura ad alta voce diventerà un momento di condivisione e di affetto.

Storie da leggere per bambini

Per concludere quest’articolo sul perché leggere ai bambini abbiamo deciso di chiedere alle ragazze di Mammachilegge quali sono i libri per bambini consigliati e lasciarti 3 storie da leggere per bambini che proprio non possono mancare nell’infanzia di un bimbo o una bimba. Iniziamo subito.

1) “Voci nel parco” di Anthony Browne

“Voci nel parco” di Anthony Browne edito da Camelozampa. Premiato come miglior albo illustrato del 2018 al premio ORBIL 2018. Un racconto a quattro voci di una passeggiata nel parco, 4 personaggi “vestiti” da gorilla antropomorfizzati, le cui vite e i destini si intrecciano, si incontrano e si scontrano nello stesso luogo con tutte le contraddizioni, i pregiudizi e le angosce umane con cui si accompagnano.

2) “Il trasloco del giardino” di Topipittori

“Il trasloco del giardino” di Topipittori e illustrato da Christel Martinod. Questo libro per bambini fa parte della collana PINO “Piccoli naturalisti osservatori” della casa editrice Topipittori. Si tratta di un’intera collana dedicata alla scoperta e osservazione di ciò che sta intorno a noi. Una piccola guida per osservare, trovare, scoprire fenomeni o creature straordinarie.

3) “Mia Madre” di Stephane Servant

“Mia Madre” di Stephane Servant edito da Logos Edizioni. Creatura quasi mitica, la madre ha in questa storia da leggere per bambini una natura metamorfica esaltata dalle illustrazioni di Emmanuelle Houdart. Traducendosi in un testo poetico essenziale e delicato e in immagini particolarmente maestose, questo denso simbolismo spoglia la figura materna della visione edulcorata che siamo abituati a trovare in buona parte della letteratura per l’infanzia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *