Perché fare kitesurf è un’esperienza indimenticabile

Sei una persona amante degli sport estremi? Allora devi assolutamente conoscere il kitesurf! È uno sport di recente invenzione, creato precisamente nel 1999, e nasce come alternativa al surf (come è facilmente intuibile dal nome).

Praticare kitesurfing è un’esperienza davvero eccitante che dovrebbero fare tutti almeno una volta nella vita.

Del resto, si vive soprattutto per provare emozioni e rinunciare ad una buona dose di adrenalina equivale a vivere a metà.

Scopriamo, quindi, tutto su questa disciplina, cercando di capire perché fare kitesurf è sicuramente un’esperienza indimenticabile.

Cos’è il kitesurf

Il kitesurf, chiamato anche kiteboard o flysurf, è uno sport velico che, come abbiamo già detto, non è altro che una declinazione del più comune surf.

Per praticare questo sport occorre la giusta attrezzatura, la quale va scelta in base al peso del kiter e all’intensità del vento: la tavola, utilizzata anche nel surf, ed un’ala (chiamata anche aquilone o, in inglese, kite) per poter volare.

Sì, hai capito bene, VOLARE!

Differenza tra surf e kitesurf

La differenza tra il surf ed il kitesurf è sottile: mentre col primo la performance si svolge prettamente sull’acqua, con il secondo ci si ritrova spesso e volentieri in aria a fare acrobazie. L’ala sfrutta la forza del vento come propulsore per muoversi a bordo della tavola e per volteggiare facendo follie.

In questo sport, infatti, la tavola serve principalmente per planare sull’oceano dopo essersi esibiti in spettacolari evoluzioni aeree; tutto questo è possibile grazie ad una barra, spesso in carbonio, la cui funzione è permettere al kiter di governare l’aquilone. Quest’ultimo, presenta una struttura gonfiabile che gli permette di galleggiare, in modo da evitare che affondi casomai dovesse cadere in acqua.

Differenza tra windsurf e kitesurf

A differenza del windsurf, grazie alla sofisticata ala (o aquilone) che ogni kiter deve avere, è possibile praticare il kitesurf anche in presenza di venti deboli; va comunque scelto il giusto modello di ala a seconda dei nodi del vento.

Perché fare kitesurf è un’esperienza indimenticabile

Questo “surf volante” è uno sport capace di regalare emozioni molto intense: l’ebbrezza di spingersi in cielo tra giravolte e capriole, dopo essersi trascinati ad alta velocità sull’acqua, è una sicura fonte di scariche di adrenalina.

Prima di cimentarsi nella pratica di questa disciplina, è necessario acquisire dimestichezza sotto la guida di un esperto per la salvaguardia della propria incolumità.

Essendo comunque uno sport di facile apprendimento, dopo poche lezioni sarai in grado di manovrare il kite e di planare agevolmente sull’acqua.

Se non sai a chi rivolgerti, ma non vedi l’ora di imparare subito a pilotare il tuo kite, puoi stare tranquillo, perché non è necessario andare alle Hawaii per sperimentare questa appassionante attività. In Italia, e più precisamente nella splendida Sicilia, esiste una scuola con istruttori altamente qualificati: Kite Tour Stagnone.

Quindi, se sei un vero avventuriero e cacciatore di emozioni, impara subito a volare tra cielo e mare, perché ti possiamo assicurare che fare kitesurf è sul serio un’esperienza indimenticabile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *