Perchè la festa della mamma si festeggia la seconda domenica di maggio

La festa della mamma ha origini antichissime: già nell’antica Grecia veniva festeggiata e coincideva con le celebrazioni in onore della dea Rea, madre di tutti gli dei. Era una ricorrenza anche per gli antichi romani, i quali, in tale occasione, dedicavano un’intera settimana alla dea Cibele, la quale simboleggiava la forza creatrice e distruttrice della Natura.

Oggi viene festeggiata in diverse nazioni ed, a seconda del paese, corrisponde ad una particolare evento storico (e data).

Perchè in Italia la festa della mamma viene festeggiata la seconda domenica di maggio?

In Italia la festa della mamma è nata a metà degli anni cinquanta, dopo l’avvenire di due eventi. Il primo fu la celebrazione della mamma a Bordighera, su iniziativa del sindaco Raul Zaccari della cittadina ligure. Il secondo fu quando Otello Migliosi, parroco di Tordibetto di Assisi, decise di ricordare la mamma dal punto di vista religioso e non sociale/biologico.

Nel 1958 Raul Zaccari avanzò la proposta di istituire la festa della mamma e l’anno successivo venne stabilita come data di celebrazione l’8 maggio. Recentemente, però, è stata spostata alla seconda domenica di maggio affinché corrispondesse alla data statunitense per ragioni strettamente economiche e di mercato.

Negli Stati Uniti la festa della mamma venne celebrata per la prima volta nel 1908 da Anna Jarvis. Solo dopo pochi anni (nel 1914), venne ufficializzata dal presidente Woodrow Wilson.

 

Fonte: Wikipedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *