Perché Roma e Cartagine erano nemiche

La storia è una materia che non solo affascina molte persone, tra cui studenti, ma ci permette, in specie, di capire chi siamo e la realtà che viviamo, in modo da contestualizzarne le criticità. È sempre molto importante conoscere le radici della nostra cultura che affonda i suoi tentacoli nell’antica Roma, la quale seppe costruire un’imponente impero di cui ancora adesso rimangono tracce ben evidenti.

L’impero romano, se da un lato cercò di espandersi riuscendo ad affermarsi come punto di riferimento mondiale di quel tempo, dall’altro attirò molti nemici. Tra questi Cartagine. Ma perché Roma e Cartagine erano nemiche? Scopriamolo.

Perché Roma e Cartagine erano nemiche

La risposta è molto semplice e immediata: entrambe volevano il dominio sul Mare Mediterraneo, in primis sul piano commerciale e poi su quello militare. Le loro mire espansionistiche erano in contrasto perché si dirigevano verso la stessa direzione, sul Mar Mediterraneo.

Ma andiamo per ordine, perché inizialmente i rapporti tra le due città erano gestibili e accettabili al punto che era stato stipulato un accordo per fronteggiare un’eventuale invasione da parte della Grecia.

Infatti, finché Roma si era espansa verso est, i suoi rapporti con la colonia fenicia rimasero accettabili. I loro rapporti cambiarono quando Roma sconfisse Taranto ed estese il suo predominio fino alla Calabria.

Da quel momento, Roma iniziò ad interessarsi al commercio del Mediterraneo e a volersi espandere conquistando anche la Sicilia. Fu in quel preciso momento storico che Cartagine realizzò che il suo territorio fosse in pericolo: lei, che era una grandiosa città dalle innumerevoli colonie e che possedeva un commercio molto fiorente di argento e di altri metalli preziosi, non poteva permettere che Roma estendesse il suo dominio entrando in un territorio i cui traffici mercantili appartenevano ad essa.

Però Roma, a sua volta, aveva l’interesse di proteggere le attività commerciali delle città che aveva conquistato, come ad esempio Taranto e Napoli. Ed il rapporto tra Roma e Cartagine si tramutò in una vera contesa che ben presto sfociò nelle tre guerre puniche, le quali terminarono con la vittoria romana e la distruzione totale di Cartagine.

Anche se la città fenicia vantava una stupefacente marina militare, i Romani vantavano un forte amore per la patria che li portò a combattere ardentemente per la vittoria, sconfiggendo la regina indiscussa dei mari.

Ora ti è chiaro perché Roma e Cartagine erano nemiche?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *