Perché comprare un braccialetto fitness

Negli ultimi anni, con l’avvento degli smartwatch, la tecnologia ha iniziato ad essere wearable, ossia indossabile, dando inizio a quella che apparentemente sembra essere più una moda piuttosto che una risposta ad una reale esigenza del consumatore. Ma è davvero così?

Dopo gli orologi intelligenti, sul mercato sono arrivati anche gli occhiali smart (grazie a Google con i suoi Google Glass) ed i braccialetti fitness, chiamati anche fitness tracker.

In questo articolo parleremo proprio di quest’ultimi, cercando di capire perché comprare un braccialetto fitness può rivelarsi utile e come scegliere quello più adatto alle tue esigenze.

Perché comprare un braccialetto fitness

Lo dice il nome stesso: ha senso acquistarlo se si pratica un minimo di attività fisica.

Sei uno sportivo e ti stai chiedendo se sia il caso di comprarlo? La mia risposta è sì, ti sarà utile.

Hai intenzione di diventarlo, come ogni anno, poco prima dell’estate? L’utilità dell’acquisto del fitness tracker sarà inversamente proporzionale alla grandezza della tua pancia. Sappiamo benissimo che, se hai preferito stare all’ingrasso fino ad ora, non durerai più di una settimana di allenamenti, sempre che non ti ritroverai con i muscoli stirati il primo giorno.

Nel caso in cui il tuo desiderio sia prevalentemente quello di seguire la moda, acquista uno smartwatch, magari della Apple. Se devi fare il figo, almeno fallo bene!

Ora che ti abbiamo avvisato ed hai avuto modo di fare un sincero esame di coscienza, è arrivato il momento di parlare delle funzioni del braccialetto fitness, in modo da valutare in che modo e in che misura potrebbe incidere sulle tue prestazioni. Sportive, si intende!

Quando vengono indossati, i braccialetti fitness registrano continuamente dati per tenere traccia di qualsiasi movimento tu possa fare.

I sensori, o tecnologie, integrati nel braccialetto fitness che permettono di valutarti ed assisterti durante i tuoi allenamenti sono i seguenti:

  • Accelerometro: è il sensore principale per la stima dei passi effettuati. Viene fatta una stima, appunto, non un calcolo preciso. Tale strumento meccanico, coadiuvato da un software in cui inserirai altezza e peso per il monitoraggio, registrerà i tuoi movimenti. Ce ne sono sia di economici, i quali non ripuliscono i falsi segnali, che di sofisticati, i quali riducono il margine di errore.
  • GPS: un modulo che permette al braccialetto fitness di collegarsi al satellite. Tale modulo consente di conoscere esattamente la distanza percorsa e calcolare la velocità media. Inoltre, è anche in grado di calcolare i dislivelli rispetto al punto di partenza. Insomma, è la tecnologia più utile (ed anche più costosa) per chi ha bisogno di calcoli maggiormente precisi.
  • Cardiofrequenzimetro: con questo sensore, il braccialetto fitness sarà in grado di misurare la frequenza cardiaca e, forse, si tratta della funzione più importante da richiedere ad un fitness tracker. Inoltre, con questa tecnologia potrai tenere traccia anche della qualità del sonno.

Queste sono le caratteristiche più importanti di un braccialetto fitness, ma con il progredire della tecnologia sono state aggiunte diverse funzioni più o meno utili, come le notifiche smart.

Per farti un’idea su quale brand o modello scegliere, puoi dare un’occhiata all’interessante selezione fatta da s-m-webblog.com dei migliori braccialetti fitness di ultima generazione.

Ricapitolando, la risposta al perché comprare un braccialetto fitness può essere solo una: per migliorare il modo di fare sport!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *