Perché è possibile richiedere un prestito anche senza busta paga

Necessiti di un prestito per far fronte ad una spesa improvvisa o per regalarti la moto dei tuoi sogni?
Oggi, per fortuna, sono tanti gli istituti di credito che, senza nemmeno pretendere esorbitanti tassi d’interesse, ti permettono di ottenere la somma di cui hai bisogno.

Ma cos’è e come funziona esattamente un prestito? Quali sono i requisiti necessari per chi ne fa richiesta? E perché è possibile richiedere un prestito anche senza busta paga?

Cerchiamo di fornire, nelle righe seguenti, tutte le risposte alle domande che ti stai ponendo.

Cos’è e come funziona un prestito

Un prestito è un finanziamento di una somma di denaro concessa da una banca o da una società di credito.

Il debitore, ovvero il destinatario del prestito, si impegna a corrispondere al creditore la somma ricevuta tramite un piano rateale, il quale viene spalmato in un lasso di tempo che va da 1 a 5 anni.

Di solito è possibile richiedere il finanziamento di una somma che va dai 1500 ai 30000 euro, alla quale va aggiunto, naturalmente, il tasso d’interesse.

Inoltre, puoi scegliere di pagare le rate del tuo prestito tramite addebito su conto corrente oppure utilizzando dei bollettini postali.

Sarà sempre possibile, assieme al consulente finanziario, scegliere la durata e le modalità di pagamento del finanziamento tenendo conto, però, delle tue reali possibilità (e delle regole dell’istituto).

POTREBBE INTERESSARTI  Perché richiedere un prestito personale richiede garanzie: i consigli di PrestitiMag

Requisiti necessari per ottenere un prestito: perché è possibile anche senza busta paga

I prestiti hanno un rischio davvero molto alto per l’istituto di credito poiché non c’è alcun obbligo, da parte del debitore, di motivare la richiesta di finanziamento.

Di conseguenza, non si dispone della garanzia del bene oggetto dello stanziamento economico a differenza di quanto avviene, invece, col mutuo, il quale permette di rivalersi sull’immobile acquistato dal debitore.

Il rischio di insolvenze obbliga le banche e le società di credito a salvaguardarsi restringendo l’accessibilità ai propri finanziamenti.

Per ottenere un prestito, quindi, è necessario disporre di particolari requisiti che possano permettere al creditore di ridurre al minimo il rischio di insoluti.

In base alla percentuale di rischio derivante dalla concessione del finanziamento, l’istituto di credito può richiederti le seguenti garanzie personali:

  • la stipula di un contratto che autorizzi, in caso di morosità, la riscossione del debito direttamente dallo stipendio;
  • la firma di una cambiale che possa garantire, qualora vi fosse inadempimento, la copertura di buona parte della somma ottenuta;
  • la stesura di una o più polizze assicurative;
  • la garanzia di un fideiussore laddove il richiedente non abbia le dovute coperture finanziarie.

Vi è quindi, in alcuni casi, la straordinaria possibilità di richiedere un prestito senza busta paga.

Coinvolgendo un parente o un amico con una buona e stabile condizione economica, puoi avere il garante che convincerà l’istituto di credito ad accogliere la tua richiesta.

Puoi anche dimostrare di avere un buon reddito pur non possedendo una busta paga: presentare le ultime tre dichiarazioni dei redditi può essere sufficiente a sbloccare la liquidità desiderata.

Offrire come garanzia un bene materiale del valore pari o superiore all’importo richiesto, è un altro buon metodo per rassicurare i creditori.

Tuttavia, senza busta paga sarà difficile vedersi erogate cifre stellari; solitamente, i finanziamenti concessi a chi ne è sprovvisto corrispondono ad un importo intorno ai 5000 euro.

Ora che hai compreso cos’è un prestito e perché hai la possibilità di richiedere il finanziamento anche senza busta paga, prova a rivolgerti alle banche per soddisfare la tua esigenza di liquidità!

POTREBBE INTERESSARTI  Perché le banche rifiutano i prestiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *