Perché gli zingari non rubano l’argento

perché gli zingari non rubano l'argentoChe tu sia razzista o meno, non potrai negare che molti furti in casa siano fatti dagli zingari (detti anche “rom”). Se sfortunatamente ti è capitato di subire un furto da questi ultimi, molto probabilmente sarà successo anche che l’argenteria non è stata toccata. Andiamo a scoprire perché gli zingari non rubano l’argento.

Innanzitutto chiariamo chi sono gli zingari. Per “zingari” si intendono tutte le popolazioni caratterizzate dall’uso della lingua romaní. Originariamente appartenevano all’India settentrionale e si sono stabilite durante il Medioevo in Europa. In Italia si suddividono principalmente in rom e sinti.

Perché gli zingari non rubano l’argento

Come anticipato poco fa, gli zingari sono soliti non rubare l’argento. La motivazione principale sarebbe che, secondo le loro credenze, l’argento porti sfortuna. Questo pensiero, però, non è comune a tutti i rom: in alcuni episodi di furto in Italia è stata portata via anche l’argenteria. Probabilmente è una credenza diffusa maggiormente tra le vecchie generazioni degli zingari.

Bestseller N. 1
Rafael D'Andrè by Argenteria MB Cofanetto per Il Cinquantesimo Anniversario di Nozze Scatola...
Rafael D'Andrè by Argenteria MB Cofanetto per Il Cinquantesimo Anniversario di Nozze Scatola...
Dimensioni cm 18 x 13 x 5; Materiali:Legno di colore grigio con applicazione in argento bilaminato di cm 18 x 13
Bestseller N. 2
Poliboy Special argenteria Flacone 200 ml
Poliboy Special argenteria Flacone 200 ml
Manutenzione intensivo di l' argenteria e anche per l' oro; Pulisce e mantiene tutti gli oggetti d' Argenteria e quelli placcati in argento
Bestseller N. 3
Rafael D'Andrè by Argenteria MB Scatola per Gioielli in Legno con Cover in Argento PVD con Fedi Oro...
Rafael D'Andrè by Argenteria MB Scatola per Gioielli in Legno con Cover in Argento PVD con Fedi Oro...
Questo Cofanetto Portagioie è realizzato in legno con finitura mogano; Le Dimensioni del cofanetto (L x P x H): 16 cm x 11,5 cm x 5,5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *