Perché usare le mappe concettuali

Le mappe concettuali sono uno strumento molto utile, che viene principalmente insegnato e adoperato a scuola. Sebbene in molti ritengano che serva solamente a ricordare più facilmente i concetti, in realtà devi sapere che non è questo il suo unico obiettivo.

Cos’è una mappa concettuale

Una mappa concettuale prevede la rappresentazione di concetti principali, attraverso parole o locuzioni brevi (che vengono denominate parole chiave, o keywords), in ordine gerarchico. In molte mappe concettuali l’elemento centrale del concetto da esporre o ricordare è posto al centro della pagina, e da esso si diramano tutte le altre informazioni correlate.

Tuttavia, l’aspetto più importante della mappa concettuale non è tanto la presenza del rettangolino o del cerchio in cui è contenuta la keyword, quanto le linee che connettono le diverse informazioni. Questi piccoli tratti, infatti, rappresentano i connettori logici, quelli che a tutti gli effetti aiutano la comprensione dei concetti e del modo in cui questi si collegano tra loro.

Dunque, se ti stai chiedendo perché usare le mappe concettuali, la risposta è semplice: oltre che aiutarti a ricordare, facilitano la comprensione degli argomenti. Per tale motivo sono molto utili anche all’università; se vuoi sapere come fare una mappa concettuale, ti consigliamo di leggere l’articolo dedicato del blog StudenteTop.

Perché usare le mappe concettuali a lavoro

Il fatto che l’utilizzo e la costruzione delle mappe concettuali venga insegnato nel corso delle scuole dell’obbligo non significa che il loro impiego sia effettivamente confinato a questo contesto. Le mappe concettuali sono estremamente utili anche a lavoro, ad esempio.

Se rivesti un ruolo amministrativo, ad esempio, puoi utilizzare le mappe concettuali semplicemente per organizzare la tua giornata e il tuo lavoro, eventualmente riportando su carta quali sono le azioni che devi completare se si verifica una certa condizione piuttosto che un’altra. Può sembrare una cosa poco importante, eppure ti consente di risparmiare molto tempo a lavoro, aumentando la tua produttività.

Ancora, se nel corso del tuo operato a un certo punto è previsto che tu effettui una presentazione da sottoporre ai vertici dell’azienda, ad esempio, potresti utilizzare una mappa concettuale per realizzare una bozza e verificare che i concetti che intendi esprimere in un certo ordine aiutano la comprensione di un argomento o meno. Ecco perché usare le mappe concettuali a lavoro può aiutarti a raggiungere risultati migliori.

Le mappe concettuali come strumento di autocritica

Che sia chiaro: la mappa concettuale è uno strumento fondamentale non solo per mostrare informazioni agli altri, ma anche a se stessi. Realizzare una mappa concettuale e conservarla può essere utile per riprendere dopo molto tempo degli argomenti che erano ormai stati dimenticati: questo espediente può essere anche utile per verificare il livello di comprensione di un tema, poiché le linee di connessione dovrebbero rendere la ripetizione dell’argomento molto semplice.

Ovviamente, come già detto, la mappa concettuale è utile anche per memorizzare facilmente un tema e per richiamarlo alla memoria rapidamente dopo molto tempo: in questo senso, la scelta delle keyword è fondamentale.

Dunque, a questo punto dovrebbe esserti chiaro perché usare le mappe concettuali è molto utile nel corso della vita, qualunque sia la propria mansione: con esse puoi favorire ad altri la comprensione di un tema, ricordarlo personalmente e verificare il tuo livello di comprensione, anche a distanza di tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *