Perché si dice finocchio: le varie ipotesi

Il finocchio è un’antichissima pianta erbacea che ha deliziose qualità aromatiche. La sua coltivazione risale al Medioevo ed ha, inoltre, importanti proprietà digestive. È un ortaggio che viene utilizzato come condimento, come infuso, come tisana, insomma, ha mille utilizzi… anche uno metaforico. Si dice finocchio, in tono dispregiativo, per definire un omosessuale. Ma perché si dice finocchio in questo caso?

Gli omosessuali sono uomini o donne che amano persone dello stesso sesso, ma il termine finocchio è attribuito solo agli uomini.

Perché si dice finocchio

Il termine finocchio associato agli omosessuali viene utilizzato prevalentemente dagli scrittori toscani. Esistono diverse ipotesi sull’etimologia della parola.

Un’ipotesi risale al Medioevo. In quel periodo venivano bruciate al rogo streghe ed omosessuali. Dato il cattivo odore che veniva emanato dai corpi che bruciavano, si buttavano per ridurre il cattivo odore dei fasci di finocchio o addirittura sui corpi dei poveri malcapitati, sempre allo stesso scopo, ridurne il cattivo odore. Questa ipotesi viene anche sostenuta dal fatto che, in lingua inglese, faggot significa sia fascina di legna che omosessuale.

Un’altra ipotesi sostiene che il finocchio è una pianta agamenica, cioè una pianta che si riproduce senza impollinazione, di conseguenza non necessita dell’altro sesso per riprodursi.

Altra ipotesi risalente al passato, narra che, in antichità, chi non poteva permettersi costose spezie provenienti dall’oriente, utilizzava il finocchio per insaporire i cibi. L’analogia è data dal fatto che il finocchio vale poco, così come, secondo la credenza di molti, vale poco l’omosessuale.

Un’altra possibile spiegazione è data dalla forma del bulbo che ricorda vagamente due natiche.

In tono allegorico, finocchio potrebbe essere interpretato come occhio fino, passando poi a occhio piccolo che può essere riportato all’ano.

In ogni caso, qualunque sia l’ipotesi, finocchio ha una connotazione estremamente negativa e sarebbe molto meglio chiamare e trattare gli omosessuali come qualsiasi altra persona, senza dover attribuire necessariamente una nota di dispregio o dover utilizzare termini offensivi.

Dopo aver scoperto perché si dice finocchio, utilizzerai ancora questo termine?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *